L’albero di Natale, che nella tradizione italiana viene addobbato la mattina dell’8 dicembre, è un oggetto iconico e dalla storia molto antica.

Una storia che ha origine nelle culture pagane, dove la pianta sempreverde decorata era simbolo di vita e prosperità. Da lì, l’usanza di addobbare un abete verde si è diffusa sempre di più, cambiando significato da cultura a cultura.

Sembra che l’albero di Natale, così come lo conosciamo oggi, sia nato nel ‘600, in Germania. La duchessa di Brieg, per festeggiare questa ricorrenza, decise di decorare un angolo del suo castello con un abete verde. Nell’800, dall’altra parte del mondo, Edward Johnson addobba il primo albero con le luci colorate elettriche, nella sua casa di New York.

Ogni anno, la lunga tradizione del Natale si ripresenta, e ciclicamente ci si prepara alle feste pensando a come decorare la propria abitazione. Le possibilità di scelta e di combinazione delle decorazioni natalizie sono davvero moltissime.

Possiamo però selezionare luci e addobbi, così come il tipo di albero di Natale, in base all’arredamento della casa per adattare il clima natalizio alle caratteristiche di ogni ambiente.

L’abete verde: classico intramontabile

Grande classico senza tempo! Che sia vero o finto, grande o piccolo, l’abete verde si addice allo stile di ogni casa. La versione tradizionale prevede la decorazione sulle tonalità del rosso e dell’oro, ma per giocare con i complementi di arredo e i colori delle pareti si può optare per diverse colorazioni.

Cromie delicate, come il rosa cipria, il blu ceruleo o il viola lavanda, usate per decorare l’albero di Natale, regalano luminosità e grazia all’ambiente. Se si sceglie poi un abete bianco o simil neve, questi effetti vengono ulteriormente enfatizzati. I colori pastello sono perfetti per dialogare con la diversa gamma cromatica degli arredi e creare un effetto di totale armonia tra l’abitazione e le decorazioni natalizie.

Luci sgargianti e multicolore, per chi invece vuole osare e creare uno spazio originale ed eccentrico. Le luci, che sono le vere protagoniste in questo tipo di addobbo natalizio, possono essere collegate anche ad app che tramite mobile permettono di configurare diverse combinazioni di colore. Un modo tecnologico, comodo e divertente per cambiare l’atmosfera natalizia.

Total White o Total Black?

Per chi a Natale vuole sempre la neve, l’albero Total White porta in casa un’atmosfera davvero particolare. La regola fondamentale per creare un effetto glaciale sono poche decorazioni e rigorosamente nelle tonalità del bianco o in vetro.

Si può optare invece per la versione Total Black in ambienti particolarmente chiari e luminosi. Questo tipo di decorazione ad alto contrasto, si caratterizza per un abete molto scuro che viene addobbato con palline di vetro o color argento, e luci bianche.

L’albero in legno: essenzialità e semplicità

L’albero in legno è ideale per case arredate in stile shabby chic o country, dove il legno e l’effetto retrò prevalgono nei complementi e nel mobilio. Un oggetto semplice, che grazie alla sua particolarità è capace di stupire.

La struttura in legno è in diverse forme, dalle più essenziali alle più complesse, e può essere addobbata con una varietà di decorazioni: fotografie, cartoline, oggetti fai da te, e naturalmente luci e palline colorate.

Albero in versione mini? Una soluzione originale per spazi piccoli e ristretti

Non sempre in casa si ha lo spazio sufficiente per allestire un albero di Natale. In questi casi, la versione mini può rappresentare una soluzione per avere decorazioni natalizie insolite e particolari.

Unicità, varietà dei materiali e dei colori sono gli elementi che caratterizzano questi tipi di oggetti. Gli alberi mini, che possono essere in vetro, ceramica, carta o materiali riciclati, diventano delle piccole sculture che arricchiscono, con un tocco di originalità, la nostra abitazione per le feste.

Qualunque sia l’albero di Natale che illuminerà la tua casa per le feste, ti auguriamo di passare una giornata di festa e allegria!