La 38° edizione di Cersaie, il Salone Internazionale della Ceramica per l’Architettura e l’Arredobagno, si è tenuta dal 27 settembre all’1 di ottobre a Bologna. Un’occasione per osservare le principali tendenze della casa e dell’interior design da cui poter prendere spunto. 

La natura è l’elemento che più ha ispirato le proposte per l’arredamento d’interni di questa edizione. Attraverso il colore, l’imitazione di materiali naturali come il marmo e la riproduzione di giardini verticali, le ceramiche ricercano questo legame con l’esterno. 

L’ambiente naturale entra negli spazi del vivere quotidiano. Una presenza che si concentra soprattutto nella zona bagno, luogo che assume una connotazione sempre più legata al relax e alla pausa. 

Il bagno moderno è un ambiente accogliente, dove ogni cosa è ricercata e scelta con estrema cura. Tra i trend emergenti quello che stupisce di più è sicuramente il termosifone, che diventa elemento di arredo. Il calorifero assume forme plastiche e colorazioni inedite, trasformandosi in un oggetto di design

Il rivestimento effetto marmo protagonista del bagno

Rivestimento effetto marmo e a grande formato

Nel bagno la ceramica ricopre interamente pareti, pavimenti e sanitari, e imita diverse tipologie di marmo. Da quelli classici come il travertino o il perlato di Sicilia, fino ad arrivare a effetti e colorazioni originali. 

Il marmo viene proposto anche nella versione frammento prezioso, inserito in superfici che ricordano gli antichi pavimenti alla veneziana e il più moderno effetto graniglia. 

Ceramica per il bagno: effetto natura!

Come visto al Salone del  Mobile 2021, il colore si conferma per quest’anno uno dei trend dell’interior design.

Anche nel bagno i colori neutri lasciano posto a tonalità accese. Lavabo e sanitari assumono cromie diverse dal tradizionale bianco e dialogano con la palette delle pareti. Tra le tonalità più in voga troviamo il verde, colore che rimanda ancora una volta al contesto naturale. 

Un richiamo esplicito alla natura si trova anche nelle ceramiche decorative. Caratterizzate per lo più da disegni vegetali e floreali, le ceramiche cercano di imitare l’effetto carta da parati. Il risultato sono superfici dalle finiture tattili e in rilievo che ricordano le trame tessili. 

Il Termoarredo come oggetto di design

Il termoarredo tradizionale cambia aspetto: dalla struttura tubolare si passa a forme plastiche, quasi scultoree, rivestite con materiali inediti. Pietra, marmo, legno, rivestimenti cromatici opachi o lucidi. Sono diversi i materiali che possono essere impiegati per personalizzare il suo aspetto. Allo stesso modo anche la forma è varia, originale, caratterizzata da giochi di linee e movimenti. 

Il  termoarredo si arricchisce inoltre di mensole, piani d’appoggio e aste per asciugamano. Elementi che da una parte accentuano la sua praticità e dall’altra contribuiscono a definirne la forma.  

Il calorifero diventa quindi un oggetto unico e di design che dialoga con le pareti e i complementi d’arredo. Un oggetto che mantiene la sua funzionalità e allo stesso tempo diventa determinante nel definire lo stile dell’ambiente.  

Stai pensando di rinnovare il tuo bagno e hai trovato qualche spunto interessante? 

Contattaci, insieme valuteremo la soluzione che si adatta di più ai tuoi desideri.